• Home
  • I nostri Prodotti
  • Lenticchia Nera

Lenticchia Nera

La lenticchia nera, per la sua rarità, è stata appellata, in un articolo pubblicato su Terra – Il multimediale dell’agricoltura (sett/dic 2007), come “ore nero”. E’ sicuramente uno dei prodotti agroalimentari tipici del territorio leonfortese e rappresenta per le caratteristiche qualitative e per quelle organolettiche una delle eccellenze dell’agricoltura locale. Come per altri legumi del territorio l’intera pratica colturale si contraddistingue per l’esecuzione manuale delle varie operazioni: semina effettuata a postarelle; ripetute sarchiature manuali (effettuate per la lotta alle erbe infestanti e per favorire l’emissione e lo sviluppo di germogli laterali nella zona del colletto); mietitura effettuata “a macchia di leopardo” man mano che le piante cominciano a disseccarsi e comunque prima della cascola e deiscenza dei baccelli; legatura in piccoli covoni per il completamento dell’essiccazione in campo; trasporto nell’aia, trebbiatura e separazione, con l’ausilio del vento, della paglia dal prezioso prodotto. Ottenuta la produzione segue una lunga e laboriosa selezione manuale, ad opera delle donne, al fine di separare dal prodotto destinato al consumo eventuali semi estranei, semi difettosi, residui di terreno o pietruzze, etc.lenticchia nera La tradizione vuole che vengano destinati alla semina solo i semi che presentano tegumento di colore uniformemente nero (il prodotto si caratterizza infatti per la presenza, nella massa di colore nero, di alcuni semi con colorazione più chiara con puntinatura e/o zebrature di colore nero), empiricamente già nel passato, era stato osservato che il seme nero produce entrambe le tipologie di seme, mentre quelli più chiari non producono semi totalmente neri (il seme chiaro con puntinature e/o striature è da attribuire alla presenza, per il carattere, di un gene doppio recessivo). Se nel passato, anche recente, la presenza di questi semi più chiari era ritenuta un difetto, oggi questo carattere è l’unico che permette di individuare in maniera univoca la lenticchia nera di Leonforte e salvaguardare il prodotto da possibili frodi che possono ingannare il consumatore inconsapevole al quale può essere propinato altro prodotto di qualità e valore di mercato inferiore. Ancora oggi, come nel passato, al fine di ridurre la presenza dei semi chiari, si procede prima della semina alla selezione manuale dei semi totalmente neri. La lenticchia nera, oltre al gusto ed agli aromi particolare, si presta bene alla preparazione di originali e coloratissimi piatti; la stessa, presenta inoltre caratteristiche qualitative/nutrizionali di pregio quali l’elevato contenuto proteico, in vitamine e microelementi tra cui il Fe (i valori nutrizionali sono in genere mediamente superiori a quelli delle altre lenticchie in commercio).